Accade in ItaliaAttualitàL’allarme: “Il Covid ha fatto ridurre dell’80% le operazioni chirurgiche in Italia”

Redazione Zerottouno News Redazione Zerottouno News19 Gennaio 20221 min

Operare chirurgicamente in Italia attualmente è molto difficile. Lo afferma la Società Italiana di Chirurgia (SIC), che lancia l’allarme: “Stiamo assistendo ad una drammatica riduzione degli interventi ordinari negli ospedali, che nelle diverse Regioni sono diminuiti dal 50 all’80 per cento. Le Aziende sanitarie sono costrette a destinare ampi spazi di ricovero ai pazienti Covid e le terapie intensive sono in gran parte occupate da pazienti principalmente no vax. Si assiste all’aggravamento delle patologie tumorali che spesso arrivano tardi in ospedale ormai inoperabili“.

La riduzione degli interventi chirurgici è drammatica, questa purtroppo è l’altra faccia del Covid – tuona il presidente della Sic, Francesco Basile – Posti letto di chirurgia dimezzati, blocco dei ricoveri in elezione, terapie intensive riconvertite per i pazienti Covid, infermieri e anestesisti delle sale operatorie trasferiti ai reparti Covid. I posti sono quindi riservati ai malati Covid oltre ai soli pazienti oncologici e di urgenza gli interventi. Spesso però non è possibile operare neanche i pazienti con tumore perché non si ha la disponibilità del posto di terapia intensiva nel postoperatorio. La situazione si sta avvicinando a quella del 2020, quando gli interventi rinviati furono 400mila”.

Redazione Zerottouno News

Redazione Zerottouno News

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *