Emergenza MigrantiLa crisi migranti si sposta in Spagna: 8mila sbarchi, esercito al confine

Redazione Zerottouno News Redazione Zerottouno News20 Maggio 20211 min

La crisi dei migranti nel Mediterraneo si sposta per alcuni giorni in Spagna, una tratta che da anni è molto trafficata. In pochi giorni sono ben 8mila i migranti che hanno attraversato il confine di Ceuta, l’enclave marocchina di proprietà della Spagna, entrando ufficialmente in territorio dell’Unione Europea. L’afflusso è stato così ampio che la Spagna ha dovuto schierare anche l’Esercito al confine, non senza disordini e violenze visto che diversi video riprendono i militari manganellare i migranti direttamente dalle basse scogliere costringendoli a tuffarsi di nuovo in mare. Molti migranti arrivano dall’Africa subsahariana e tra di essi ci sono molti bambini, sono arrivati perlopiù con mezzi di fortuna ma qualcuno anche a nuoto. La crisi migratoria, anche se la Spagna smentisce, pare essere legata alla crisi diplomatica tra il Marocco e il governo iberico aperta dall’accoglienza concessa dalla proprio Spagna a Brahim Ghali, il capo del Fronte Polisario, affetto da Covid-19. Il Fronte Polisario è un gruppo responsabile della guerriglia separatista che in Marocco vuole riconquistare la regione del Sahara occidentale. Il governo marocchino avrebbe così allentato i controlli al confine permettendo il passaggio in massa dei migranti. La crisi ormai si è espansa ed è arrivata anche all’UE, la vice presidente della Commissione Europea Schinas in appoggio a Ceuta ha infatti affermato: “L’Europa non si farà intimidire da nessuno,  non sarà vittime di tattiche“.

Redazione Zerottouno News

Redazione Zerottouno News

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *