CronacaIrpiniaNapoletanoMaltempo in Campania: Protezione Civile salva famiglie e lavoratori dagli allagamenti

Redazione Zerottouno News Redazione Zerottouno News22 Novembre 20222 min

Ancora forte maltempo e tanti disagi in Campania. A Napoli, in provincia ma soprattutto nel Salernitano. La Protezione Civile della Regione Campania ha infatti tratto in salvo due famiglie e i dipendenti di una piccola azienda rimasti bloccati in un fabbricato a Pellezzano (in provincia di Salerno), dove, in località Cologna, è tracimato il fiume Irno e altre tre famiglie a Castellammare per l’esondazione del Sarno in via Napoli. A Pellezzano a causa degli allagamenti e della contemporanea caduta di due alberi di grosse dimensioni e di un palo della luce, circa 10 persone erano rimaste intrappolate in un edificio anche privo di corrente elettrica. I volontari hanno tempestivamente rimosso gli alberi aprendo così un varco. Subito dopo hanno supportato gli operai del Comune per consentire il ripristino dell’erogazione della corrente.

A Forio d’Ischia, in località Citara, 10 operatori della protezione civile regionale, dotati di 4 motopompe, hanno effettuato interventi per liberare locali commerciali allagati.
Volontari in azione anche a Torre del Greco, in provincia di Napoli, dove hanno prestato soccorso ad alcuni automobilisti in difficoltà in via De Gasperi e in alcuni sottopassi.
In Irpinia allagamenti in località Celzi di Forino.
Nel salernitano, ancora, la Solofrana è esondata in più punti. Squadre della protezione civile stanno intervenendo in supporto dei Comuni a Roccapiemonte, nell’area dell’impianto di metano, a Nocera Inferiore (località San Pasquale e Mercato San Severino (località Sant’Angelo).
Sulla Campania – fa sapere la Protezione Civile – è in vigore fino alle 23.59 una allerta meteo di livello Arancione per temporali anche di forte intensità, venti forti e mare molto agitato con mareggiate. La Protezione civile Regionale, considerato il quadro meteo attuale, ha prorogato l’avviso fino alle 12 di domani, mercoledì 23 novembre: dalla mezzanotte però si passa al Giallo. La Sala operativa regionale e il centro Funzionale seguono in h24 l’evolversi della situazione a supporto dei Comuni.
Redazione Zerottouno News

Redazione Zerottouno News

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *