Nola, il Parco Paolino Avella e la sua crescita: il punto delle associazioni

Redazione Zerottouno News Redazione Zerottouno News10 Giugno 20232 min

Il Parco Paolino Avella di Nola saluta il ritorno della sua casetta dei libri. Un ricco evento culturale ha portato la casetta Bibliò lì dove mesi fa si era consumata la violenza che l’aveva distrutta. La Libreria Bibì e Cocò, tuttavia, spinta dal sostegno di privati cittadini e altre associazioni, ha provveduto a risistemarla e nella mattinata del 10 giugno l’ha presentata alla città.

Il ritorno di Biblió al Parco Paolino Avella è stato per noi un atto di amore verso la nostra città, condiviso con tante persone generose che hanno contribuito alla sua realizzazioneaffermano Carmela Cassese e Stefania Stefanile, responsabili della LibreriaÈ stato anche un gesto di resistenza e non di resa di fronte alla violenza ingiustificata di ignoti, che hanno voluto sottrarre alla Comunità un simbolo di civiltà. Stamattina, in occasione della seconda edizione de Le Voci del Parco, organizzata da Campo dei Fiori, abbiamo vissuto, con le associazioni e le famiglie del territorio nolano, un momento di gioia e di allegria per il ritorno della casetta dei libri. Ci auguriamo che Biblió sia la prima di tante casette pubbliche perché la lettura possa diventare sempre più accessibile a tutti“.

Con il Progetto Parco Paolino Avella ci siamo prefissati una serie di obiettiviha affermato Giacomo De Sena dell’Associazione Campo dei FioriIl primo è quello di rendere fruibile l’area garantendone a costo quasi zero la manutenzione ordinaria. Il secondo obiettivo è quello di farne un punto di aggregazione delle realtà del Terzo Settore cittadino. Su questo punto mi soffermo e dico che esistono varie realtà associative in città, alcune serie e fattive, altre che operano alla carlona e poi tante altre che sono solo scatole vuote. Eventi come Le Voci del Parco permettono di far aggregare ed emergere le prime e motivare le seconde. Il terzo punto, tutt’altro che marginale è quello di affermare il concetto che fare volontariato, occuparsi di un pezzetto di città, significa fare politica. Significa realizzare nel quotidiano gesti d’amore per la propria terra senza alcun tornaconto personale. E la Poltica che noi amiamo è quella che si tiene distante dai partiti. Il politico che noi apprezziamo è colui che compie gesti a sostegno dell’associazionismo e il volontariato senza che senta il bisogno di sbandierarlo ai quattro venti – conclude – Non sopra di noi bensì al nostro fianco per non farci diventare scatole vuote”.

Redazione Zerottouno News

Redazione Zerottouno News

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

a2it.it

081News.it è una testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Nola al n.2/14.
Eventuali segnalazioni possono essere inviate a redazione@081news.it o sui social ai contatti con nome Zerottouno News.
La testata è edita e diretta da Aniello “Nello” Cassese, sede legale in Liveri (NA) – via Nazionale n.71, sede operativa in Nola (NA) – via Giordano Bruno n.40.