Camposano: investe e uccide una 27enne, arrestato 26enne

di Redazione Zerottouno News

Diminuzione della capacità di eseguire compiti semplici, stato di rilassamento. Poi gradualmente l’alterazione della percezione degli spazi, mutamenti nella personalità, perdita di prontezza nella reazione agli stimoli, abbassamento della soglia di attenzione. Sono i primi segnali del corpo quando la concentrazione di alcol nel sangue oscilla tra i 0,5 e 1 g per litro. Con l’aumentare dei bicchieri, sale la soglia da 1 g/l fino a 2. Qui la coordinazione è pregiudicata, inizia il biascicamento, subentrano vertigini, nausea. Le capacità motorie e cognitive sono già compromesse. Mettersi alla guida in questo stato è terribilmente pericoloso. Ed è vietato dalla legge già dalle prime avvisaglie elencate.

Il tasso alcolemico del 26enne incensurato che questa notte avrebbe investito e ucciso una sua coetanea era di 1,7 g/l . E’ successo nella tarda serata di ieri nel comune di Camposano. Una donna passeggia in via Croce San Nicola insieme alle due nipotine di 10 e 7 anni. Lungo lo stesso senso di marcia è arrivata la Suzuki Splash guidata dal 26enne che avrebbe preso in pieno la 27enne di Camposano, sbalzandola in un terreno, oltre un muro alto 1 metro e mezzo.

La donna è morta sul colpo, le due bimbe sono miracolosamente illese ma in stato di shock. L’uomo alla guida si è fermato e poco dopo sono arrivati i carabinieri della compagnia di Nola. Accompagnato in ospedale, gli è stato rilevato un tasso alcolemico pari a 1,7 g/l. E’ stato arrestato per omicidio stradale e sottoposto ai domiciliari in attesa di giudizio.

Che strazio finire la giornata, da Sindaco, a chiudere una strada perché é morta, investita, una donnaha dichiarato il sindaco, Francesco BarbatoNon mi disturba la funzione da pizzardone né l’ora tarda, ma veder privata della vita una ragazza di 27 anni che viene investita da un’auto e scaraventata, dopo aver sorvolato un muro tufaceo di 1 metro e mezzo, nel sottostante terreno. Ho riaperto la strada. Seppur avevamo da poco terminato il Consiglio comunale, mi sa che torno in Comune, ancora piú agguerrito contro i pirati della strada per i quali apro il coprifuoco. Non so quante volte al giorno predico d’andar piano nell’abitato e invito a rispettare il Codice della Strada per garantire la massima sicurezza, sempre. Non si può morire a 27 anni solo perché i pedoni sono, sulla strada, la categoría piú debole“.

Altri articoli

Lascia commento

081News.it è una testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Nola al n.2/14.

Eventuali segnalazioni possono essere inviate a redazione@081news.it o sui social ai contatti con nome Zerottouno News.
La testata è edita e diretta da Aniello “Nello” Cassese, sede legale in Liveri (NA) – via Nazionale n.71, sede operativa in Nola (NA) – via Giordano Bruno n.40.

-
00:00
00:00
Update Required Flash plugin
-
00:00
00:00