Diritto e NormativaMondo LavoroLavoro: i papà potranno avere permessi per accompagnare le partner iincinte ai controlli prenatali

Carolina Cassese Carolina Cassese31 Luglio 20211 min

Anche i papà potranno usufruire di permessi lavorativi per accompagnare le future mamme ai controlli prenatali. Tutto ciò è stato possibile grazie a un emendamento presentato al Family Act approvato dalla Commissione affari sociali della Camera dei Deputati. Si tratta di un cambiamento rivoluzionario in materia di pari opportunità. La nuova norma sottolinea “il diritto delle donne in gravidanza ad essere accompagnate dal proprio partner, o in sua assenza da un parente, nel corso delle visite ed esami e controlli prenatali”.

I papà potranno usufruire di un permesso lavorativo, nel caso in cui le visite siano fissate in orario di lavoro. Si tratta di una scelta che afferma, quindi, un principio di pari opportunità tra la donna in gravidanza e il diritto del padre o parente lavoratore ad essere presente ai controlli prenatali, alle stesse condizioni stabilite per la donna lavoratrice in gravidanza. In tale modo il padre potrà condividere tutto il percorso nascita fin dai controlli prenatali.

A spingere questo provvedimento è una affermazione dell’Organizzazione Mondiale della Sanità secondo cui “la promozione della salute e del benessere in gravidanza implica il prendersi cura della donna come persona, ossia nella complessità degli aspetti biologici, psicologici e socioaffettivi“. Da ciò si comprende che “le dinamiche psicologiche ed emotive in gravidanza attinenti le visite e i controlli prenatali delle prime settimane debbano essere  prese in considerazione per il benessere della mamma, del bimbo e della famiglia“. Per tale motivo, alla futura mamma va garantito il diritto di aver presente un familiare su cui contare nelle fasi più delicate della gravidanza.

Carolina Cassese

Carolina Cassese

Laureata in giurisprudenza presso l ‘Università degli studi di Napoli Parthenope, dopo aver svolto pratica forense nella materia di diritto civile, decide di intraprendere la carriera dell’insegnamento di diritto ed economia politica presso l’istituto paritario Kolbe di Nola. Ha conseguito diversi master e specializzazioni per l‘ insegnamento ed attualmente collabora con l‘associazione Saviogroup, di cui è vicepresidente, realizzando articoli e servizi fotografici attinenti la festa dei gigli di Nola e non solo. Membro membro del Cda della Pro loco di Nola città d ‘arte con delega alla festa dei gigli. Fa parte del direttivo dell’associazione delle reti delle macchine a spalla. Membro del coro diocesano del Duomo di Nola. Ama il nuoto la pallavolo, la ginnastica artistica e la danza classica, che ha praticato in tenerà età. Da piccola ha studiato pianoforte ed è appassionata di musica classica, napoletana e dei gigli degli anni ‘70 e ‘80. In passato ha inciso alcune canzoni dei gigli, sposando il suo amore per il canto con la festa dei gigli di Nola. Ama trascorrere i weekend al cinema o prendendo parte ad escursioni nei posti più belli della Campania.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Related Posts