Napoletano“Giovani avvocati esclusi dal nuovo regolamento”: AIGA Nola risponde alle decisioni del Comune di Ottaviano

Redazione Zerottouno News Redazione Zerottouno News11 Novembre 20222 min

La Sezione di Nola dell’Associazione Italiana Giovani Avvocati, in una nota, ha espresso profonda contrarietà per l’approvazione, da parte del Comune di Ottaviano, del nuovo Regolamento per l’affidamento degli incarichi legali per la rappresentanza in Giudizio dell’Ente. Il predetto Regolamento, approvato con deliberazione n.5 del 06.10.2022 della Commissaria Prefettizia, prevede quale requisito per l’inserimento o permanenza all’interno della “Short list”, l’iscrizione all’Albo degli Avvocati da almeno 5 anni, anche per i giudizi instaurati innanzi all’Ufficio del Giudice di Pace.

Di fatto, il predetto requisito, appare profondamente lesivo per la giovane avvocatura – afferma il presidente di AIGA Nola, Tommaso Tafuro – precludendo in tal modo ai praticanti o a coloro che non hanno ancora maturato un’anzianità di iscrizione quinquennale, di patrocinare incarichi di rilevanza minore, che possono certamente essere affrontati in maniera efficace e con piena competenza. Il requisito dei 5 anni, è chiaramente sproporzionato e discriminatorio, considerato che esso viene previsto in maniera generalizzata, senza alcuna distinzione riguardo al grado di difficoltà ed alla rilevanza degli incarichi che potranno essere affidati e non consente di selezionare gli avvocati maggiormente preparati in una determinata materia, ma ha il solo effetto di escludere dalla lista una parte di essi, proprio i più giovani“.

In tal modo, si penalizza, ancora una volta, in maniera incomprensibile ed immotivata i giovani avvocati, il cui inserimento nella professione dovrebbe essere favorito anziché ostacolato, anche in ragione di quanto disposto dall’art. 1 comma 2 lett. d) della L. 247/2012 – conclude Tafuro – La Sezione di Nola dell’A.I.G.A., ha prontamente richiesto alla Commissaria Prefettizia, dott.ssa Ida Carbone, la revoca del Regolamento e la ripubblicazione dello stesso, eliminando quindi il predetto requisito che lede ingiustamente ed ingiustificatamente la giovane avvocatura“.

Redazione Zerottouno News

Redazione Zerottouno News

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *