Reddito di Cittadinanza sospeso con sms: proteste e tensioni a Napoli

di Redazione Zerottouno News

Tensioni a Napoli nelle scorse ore tra manifestanti e polizia. Protagonisti i percettori di Reddito di Cittadinanza che si sono visti negare il bonus con un sms dall’INPS. Nella mattinata del 28 agosto sono state circa 500 le persone che si sono riunite in Piazza Garibaldi muovendosi verso Corso Garibaldi e bloccando, nonostante la presenza della polizia, il traffico in prossimità della stazione della Circumvesuviana di Porta Nolana.

Secondo quanto raccolto da Fanpage, Napoli è la città con il più alto tasso di percettori del Reddito di Cittadinanza. Al momento, tuttavia, soltanto le famiglie con minori, anziani over 60 e disabili, continueranno a percepire il Reddito. Tra luglio e agosto, quindi, sono 26.338 i cittadini che si sono visti interrompere l’erogazione del contributo.

Giusta e sacrosanta è stata la protesta dei percettori del RdC che, stamattina, a Napoli hanno manifestato contro la sospensione del sussidio decisa dal governo Meloniha tuonato Potere al PopoloA fronte dei silenzi complici che la Regione Campania e le Amministrazioni Comunali più importanti stanno mostrando verso un attacco grave alle già compromesse condizioni di vita e di lavoro di decine di migliaia di famiglie, è stato utile e giusto scendere in piazza stamattina. Del resto le manganellate della polizia, sono il segno di come il Governo e i poteri forti intendono affrontare la questione sociale nel nostro Paese“.

 

[FOTO PAGINA FACEBOOK POTERE AL POPOLO NAPOLI]

Altri articoli

Lascia commento

081News.it è una testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Nola al n.2/14.

Eventuali segnalazioni possono essere inviate a redazione@081news.it o sui social ai contatti con nome Zerottouno News.
La testata è edita e diretta da Aniello “Nello” Cassese, sede legale in Liveri (NA) – via Nazionale n.71, sede operativa in Nola (NA) – via Giordano Bruno n.40.

-
00:00
00:00
Update Required Flash plugin
-
00:00
00:00