Accade in Italia“Ho cercato di salvare mia sorella dopo l’incidente ma non c’era nulla da fare”: il drammatico racconto di Antonio, volontario 118

Redazione Zerottouno News Redazione Zerottouno News4 Gennaio 20222 min

Una chiamata improvvisa, straziante, e poi una corsa sul luogo dell’incidente. Una serata tremenda persino per Francesco, volontario 118 che spesso nelle nottate in strada soccorre automobilisti e cittadini. Quella sera, purtroppo, la vittima è sua sorella. Il racconto, straziante, è dello stesso Francesco Bove, volontario dell’Avis di Pellezzano, nel Salernitano. Il giovane prende coraggio e si sfoga, raccontando i fatti e smentendo diverse versioni.

Sto leggendo tante fesserie su cosa è successo in quella tragica sera. Con molta chiarezza, vi dirò le cose così come stannoafferma Francesco – Ore 18:20, ricevo la chiamata di mia madre, incredula, che mi dice che mia sorella ha avuto un incidente, che è a terra, in un lago di sangue, non si muove e non risponde. Immediatamente mi sono precipitato in macchina e da Solofra, ho raggiunto via Carlo de Iulis, al seguito delle 2 ambulanze che sono intervenute“.

Io quella sera non ero di turno, ero a casa della mia ragazza per la festività di Capodanno – sottolinea Francesco – Non è vero che mi hanno portato sul posto con l’inganno nè che sono rimasto sotto choc, incredulo e immobile, al contrario! Sfido voi tutti a fermarsi con la macchina, scendere e trovare vostra sorella immersa in un lago di sangue, riversa sull’asfalto freddo, con le mani volte al cielo, immobile. Sfido voi tutti che parlate, parlate, parlate, a inginocchiarsi avanti a lei, di fronte ai vostri genitori straziati, alzarle quel bellissimo maglioncino di filo, incrociare le mani e iniziare le compressioni sul suo torace insanguinato“.
Io non sono rimasto immobile, io ho fatto quello che potevo, quello che mi era stato insegnato. Non c’era comunque più nulla da fare al nostro arrivo, mia sorella non c’era più. Ma io ci ho provato comunque perché dovevo, stop – conclude Francesco – Bisogna fermare tutte le false notizie che stanno impazzando, se non volete farlo per me, fatelo per Ilaria, perché io mi sono sentito impotente, ma ci ho provato, non sono rimasto immobile. E sentire il contrario mi fa ancora più male“.
Redazione Zerottouno News

Redazione Zerottouno News

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *