Marigliano: proteste della Chiesa e della Polizia Locale per l’apertura di un nuovo locale definito “dissacrante”

Redazione Zerottouno News Redazione Zerottouno News30 Dicembre 20233 min

Così come era successo alcuni anni fa in occasione di un evento che aveva inserito nella promozione pubblicitaria immagini religiose, anche negli ultimi giorni la Chiesa è intervenuta nel Nolano in protesta contro un’attività commerciale che ha utilizzato immagini religiose in chiave distorta.

In un comunicato dei sacerdoti di Marigliano, infatti, si legge: “L’apertura del locale denominato Nouveau-l’Èglise, peggio identificato nel profilo facebook come Chiesa del Peccato, suscita non poche perplessità per la modalità della comunicazione e dei contenuti che la accompagnano. Certamente si fa leva sull’intercettare la curiosità dei possibili fruitori di fronte ad una proposta, che forse ha l’intenzione di provocare una rottura con un ambiente e una cultura che si ritengono superati. É proprio però partendo da questo principio che si compiono diversi scivoloni di stile. Intanto, non si costruisce il nuovo assumendo luoghi, segni e parole e facendone un uso definibile, quanto meno, di basso profilo. Il nuovo può essere sicuramente attuato, ma nel rispetto di quanto ci ha preceduto e lasciando che ogni situazione e cultura sia rispettata. Così l’aver usato la definizione di Chiesa del Peccato e aver banalizzato espressioni come Prendete e bevetene tutti, che per un gran numero di persone rivestono ben altra portata, o ancora Abbiate fede, in un contesto ilare e, probabilmente nelle intenzioni degli scriventi, ironico, è veramente una grande mancanza di misura. La scelta di immagini care alla tradizione di molti, raffiguranti il simulacro di Gesù o della Vergine Maria, ricollocati in un contesto così particolare e invitante al consumo, veramente è un utilizzo fuori luogo. Il clamore non va sempre di pari passo col buon gusto e lo spettacolare talvolta scade nel trash, questa operazione ha portato questa logica alla sua massima espressione. Chiaramente, come pastori che su questo territorio pongono il proprio servizio non possiamo tacere quando ci sono manifestazioni di questa portata, lo dobbiamo alla cultura che viviamo, alla memoria della fede di chi ci ha preceduto e alla consegna alle nuove generazioni del senso della misura, del bello e dell’opportuno che sempre devono rappresentare i punti di riferimento in una società civile. Sicuramente le forme per dirsi contrari al dilagare di queste espressioni potrebbero passare attraverso proclami o condanne, ma questi potrebbero anche lasciare il tempo che trovano o fomentare quella curiosità e chiacchiericcio che tornerebbero a un vantaggio pubblicitario; esiste un’altra possibilità ed è quella del dissenso civile e si attua attraverso il non pubblicizzare e non frequentare questi luoghi che, di un linguaggio volgare e inopportuno, fanno la propria vetrina”.

Polemiche anche da parte della Polizia Locale che ha definito le immagini proposte dal locale come “dissacranti”. I caschi bianchi agli ordini del comandante Nacar – riferiscono – hanno deciso di denunciare il rappresentante legale di per esposizioni di immagini con offesa e vilipendio della religione.

“Non solo tramite messaggi usati sui social media, contornava la gestione con continue immagini e frasi sempre orientate al vilipendio della confessione religiosa – sottolineano – Statue del Cristo con bottiglie alla mano e Madonna ricoperta di sugo. Sono queste due dei simulacri rinvenuti all interno della attività e dal tono dissacrante. Un’ indagine nata prima in modo giornalistico ma poi portata avanti investigativamente della Polizia Locale di Marigliano con una denuncia al momento. Non si escludono tuttavia ulteriori approfondimenti su difformità urbanistiche e commerciali”.

Redazione Zerottouno News

Redazione Zerottouno News

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

a2it.it

081News.it è una testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Nola al n.2/14.
Eventuali segnalazioni possono essere inviate a redazione@081news.it o sui social ai contatti con nome Zerottouno News.
La testata è edita e diretta da Aniello “Nello” Cassese, sede legale in Liveri (NA) – via Nazionale n.71, sede operativa in Nola (NA) – via Giordano Bruno n.40.