HomeTag081news.it - maxisequestro tutti i tag - Zerottounonews.it

https://www.zerottounonews.it/wp-content/uploads/2014/05/dia.jpg

La Direzione Investigativa Antimafia di Napoli ha sequestrato beni per un valore di ultre cento milioni di euro ad Alfonso Letizia, imprenditore edilizio nel settore del calcestruzzo. Secondo l’accusa il 67enne originario di Casal di Principe metteva a disposizione dei clan Bidognetti e Iovine le sue imprese, strutture e impianti di produzione, ricevendo in cambio che gli uomini dei clan imponessero ai costruttori proprio il calcestruzzo di Letizia. Il sequestro comprende innumerevoli beni tra stabili,...

https://www.zerottounonews.it/wp-content/uploads/2014/07/mercatoittico.jpg

I carabinieri hanno arrestato tre persone, tutti esponenti del caln D’Alterio-Pianese per riciclaggio di denaro illecito e trasferimento fraudolento di beni aggravati da finalità mafiose. In particolare i soldi sporchi venivano “ripuliti” nel mercato ittico, proprio in questo settore infatti i carabinieri hanno sequestrato alcune ditte che si occupavano della distribuzione dei prodotti. Oltre ad aziende operanti nel mercato ittico, sono stati sequestrati altri beni mobili e immobili per un valore complessivo di circa 5...

https://www.zerottounonews.it/wp-content/uploads/2014/04/finanza.jpg

La Guardia di Finanza di Firenze insieme alla Squadra Mobile di Caserta ha effettuato oggi un sequestro di beni per un valore che si aggira attorno ai 110 milioni di euro ai danni di parenti e prestanome di Sigismondo Di Puorto, fedelissimo di Francesco Schiavone. Fu lui infatti a prendere in mano le sorti del clan dopo l’arresto del figlio di “Sandokan”, Nicola Schiavone nel giugno del 2010, ma il suo comando durò soltanto qualche...

https://www.zerottounonews.it/wp-content/uploads/2014/06/edoardocontini.jpg

La Questura di Napoli ha proceduto al sequestro di beni mobili e immobili riconducibili al boss Edoardo Contini, capo dell’omonimo clan e attualmente in carcere, per un totale di oltre un milione e mezzo di euro. ‘O romano, questo il soprannome di Contini, aveva distribuito aziende, attività, società, ma anche appartamenti, automobili e motociclette a suoi congiunti e a persone che gli agenti della Questura hanno ricondotto a lui. Le indagini che hanno portato al...

https://www.zerottounonews.it/wp-content/uploads/2014/03/carabinieri.jpg

Il Tribunale di Napoli ha emesso un decreto di sequestro preventivo a beni mobili e immobili per un valore totale di 10 milioni di euro. Secondo gli investigatori si tratterebbe di beni di proprietà di tre persone, tutte riconducibili al clan Polverino. Questo sequestro è riconducibile a quello avvenuto a fine ottobre 2013, quando vennero confiscati beni, sempre appartenenti al clan Polverino, per un valore totale di 28 milioni di euro.

https://www.zerottounonews.it/wp-content/uploads/2014/04/finanza.jpg

É stato eseguito dalla Guardia di Finanza di Castellammare di Stabia un sequestro per oltre cinque milioni di euro di valore, in beni mobili e immobili, a Francesco Del Gaudio, capo dell’Ufficio Edilizia privata del settore Urbanistica del Comune di Castellammare di Stabia, già sottoposto agli arresti domiciliari dal gennaio di quest’anno con l’accusa di concussione, accusato di aver chiesto 15 mila euro in cambio della concessione di un’autorizzazione edilizia. La richiesta di sequestro è...

https://www.zerottounonews.it/wp-content/uploads/2014/04/finanza.jpg

Maxisequestro della Guardia di Finanza di Napoli che ha confiscato quote societarie, beni immobili, rapporti bancari e fondi di investimento intestati a svariate persone, ma tutti riconducibili a Gennaro Marino, boss al momento in carcere e tra i protagonisti della faida di Scampia. Come riportato dal Mattino, si tratta di un vero e proprio tesoro, composto anche di attività che servivano a riciclare il denaro sporco arrivato al boss grazie ai proventi della vendita di...

https://www.zerottounonews.it/wp-content/uploads/2014/04/finanza.jpg

Nella giornata di ieri sono stati sequestrati 63 immobili a Vitulazio e Boscoreale. Appartementi, lotti di terreno e locali commerciali erano stati infatti fabbricati o acquistati grazie ai proventi derivanti dal traffico di droga gestito dai clan Aquino-Annunziata, il cui raggio d’azione comprende proprio Boscoreale e dintorni. Come riportato dal Velino, c’è Francesco Casillo, attualmente detenuto e noto narcotrafficante tra i principali indagati.

https://www.zerottounonews.it/wp-content/uploads/2014/04/finanza.jpg

La Guardia di Finanza di Napoli ha operato il sequestro di un opificio e due depositi clandestini nel napoletano. Enorme il quantitativo di materiale ritrovato, più di un milione di articoli destinati al mercato dei rivenditori abusivi, con tanto di marchi contraffatti di note case italiane ed estere, per un valore totale stimato di dieci milioni di euro. I capi di abbigliamento e gli altri prodotti (giocattoli, articoli di elettronica, ma anche orologi e articoli...