Nola, l’istruzione fa squadra: Protocollo d’Intesa tra il “Galilei” e il “Nobile”

Redazione Zerottouno News Redazione Zerottouno News21 Marzo 20244 min

In occasione del 2° incontro da calendario del Protocollo di Intesa, nella giornata del 25 marzo, l’Istituto “Nobile” verrà accolto presso le aule dell’Istituto “Galilei” di Nola alle ore 10:00. La seduta si aprirà con la gentile accoglienza da parte del dott. Gennaro Giugliano e del
Coordinatore Didattico Antonio Manzi.

L’evento, coordinato dalla prof.ssa Rizzo, sarà diviso in tre fasi. La prima fase prevede un incontro con le docenti di scienze degli alimenti, Montuori e Ambrosio, che esporranno i benefici della dieta Biologica/Mediterranea. In un secondo momento, poi, verranno presentati i prodotti bio dai docenti di sala coordinati dai professori Coppola e Simonetti, che verranno poi trasformati in una bevanda energetica. Seguirà poi l’intervento dello chef Barrale che spiegherà le tecniche di trasformazione dei prodotti bio (AGRUMI ((ARANCE, LIMONI)), FINOCCHIO, RICOTTA, UOVA, FARINA, POMODORINO DATTERINO ROSSO). Con la collaborazione dei docenti chef Ammaturo, Russo, Siano, Barrale e gli studenti, verrà realizzato il piatto del giorno: RAVIOLI DEL PLIN FARCITI CON RICOTTA DI FUSCELLA, CONDITI CON POMODORO CONFIT AGLI AGRUMI. Concluderanno l’evento i prof. Coppola e Simonetti che, con la collaborazione degli alunni, si impegneranno nella preparazione e dimostrazione del dessert a base di pesca sciroppata, gelato vaniglia, al profumo di arancia.

L’idea di creare un “circolo virtuoso” attraverso la collaborazione tra l’Istituto Superiore “Leone-Nobile” e l’Istituto Paritario “Galileo Galilei” di Nola rappresenta un approccio innovativo e pratico all’istruzione, incentrato sull’interesse e sulle capacità degli studenti. La collaborazione tra le due scuole offre numerosi vantaggi e opportunità. Tanti i temi e gli strumenti all’interno del Protocollo.

Sono infatti previsti programmi di formazione congiunti che le due scuole hanno sviluppato programmi di formazione e che combinano competenze agricole e culinarie come, per esempio, offrire corsi o workshop che insegnano agli studenti come coltivare e raccogliere prodotti agricoli, nonché come utilizzarli in cucina per preparare piatti di alta qualità. Ancora, stage incrociati con gli studenti della scuola agraria che svolgeranno stage presso la struttura alberghiera per acquisire esperienza pratica nella gestione di ristoranti, nella preparazione di alimenti bio e nella gestione delle forniture alimentari. Allo stesso modo, gli studenti delle scuole alberghiere faranno stage presso aziende agricole per imparare le pratiche agricole e la filiera di produzione alimentare. Prevista anche una collaborazione nella produzione e fornitura di prodotti bio con le scuole agrarie che forniranno agli istituti alberghieri prodotti agricoli bio, come verdure, frutta, erbe aromatiche e altri ingredienti utilizzati in cucina. Questo non solo promuove l’uso di ingredienti locali e sostenibili, ma offre anche un’opportunità di business per le aziende agricole. Organizzati anche eventi e attività congiunte tra le due scuole che coinvolgono studenti e docenti di entrambe le istituzioni. Ad esempio, pranzi a tema utilizzando prodotti sostenibili e bio, degustazioni guidate di vini o birre artigianali prodotte localmente, o corsi di cucina che mettono in mostra la gastronomia locale. Infine, previsti progetti di ricerca e sviluppo tra le scuole che collaboreranno in progetti di ricerca e sviluppo volti a migliorare la sostenibilità ambientale, la qualità dei prodotti alimentari e la gestione delle risorse in entrambi i settori. Ciò potrebbe includere la ricerca su pratiche agricole sostenibili, tecniche di conservazione e trasformazione del prodotti, o innovazioni nella gestione alberghiera per ridurre gli sprechi e migliorare l’efficienza operativa.

In sintesi, la collaborazione tra la scuola agraria e la scuola alberghiera può creare sinergie significative tra agricoltura e ospitalità, promuovendo la sostenibilità, l’innovazione e lo sviluppo locale nei settori agricolo e turistico. Proprio per questo è stato stipulato un protocollo di intesa che vedrà impegnate le due scuole, nel periodo tra febbraio 2024 e giugno 2024 con questo calendario:

  • Febbraio 2024 – lezione comune presso l’I.S.I.S. “Leone Nobile” sull’agricoltura biologica;
  • Marzo 2024 – incontro presso l’ISP “Galileo Galilei” con una lezione comune sui temi delle tecniche enogastronomiche per la trasformazione di prodotti vegetali;
  • Aprile 2024 – realizzazione di un percorso tematico su una coltura prescelta con afferenti tecniche per la semina e per la produzione biologica;
  • Maggio 2024 – simulazione e progettazione di uno o più piatti aventi come elemento basico la coltura precedentemente scelta;
  • Giugno 2024 – realizzazione di uno o più piatti per la degustazione all’interno di un evento pubblico.

Il 27 febbraio si è tenuto il primo incontro sull’agricoltura biologica, in particolare il metodo di coltivazione e l’allevamento biologico. L’incontro è stato reso possibile grazie a Dirigente Scolastico dell’Istituto “Leone-Nobile”, prof. Vincenzo Serpico, con il contributo dei professori Gennaro Giugliano (docente di Produzioni Animali), Bruno Sorrentino (docente di Biotecnologie) e Nicola Migliaccio (docente di Produzioni Vegetali). La partnership sta avendo molto successo. Gli alunni dei due indirizzi di Agraria e di Enogastronomia hanno mostrato interesse a partecipare in modo attivo alla lezione comune.

Redazione Zerottouno News

Redazione Zerottouno News

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

a2it.it

081News.it è una testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Nola al n.2/14.
Eventuali segnalazioni possono essere inviate a redazione@081news.it o sui social ai contatti con nome Zerottouno News.
La testata è edita e diretta da Aniello “Nello” Cassese, sede legale in Liveri (NA) – via Nazionale n.71, sede operativa in Nola (NA) – via Giordano Bruno n.40.