“A Winter Story”: Sabrina Pennacchio rielabora un’emozionante storia per non smettere di amare

L’Estremo Oriente ai piedi della Grande Muraglia è da secoli terra dove si sentono leggende suggestive capaci di emozionare, commuovere e insegnare molto a chi ancora conserva mente acuta e cuore aperto in una realtà consumata dal degrado totale del genere umano. Abbiamo già avuto modo di segnalare questa autrice ed il suo indiscusso talento di creare trame intriganti ed emozionanti, che spaziano dal genere urban-fantasy al romance, e adesso che riprende e rielabora una storia già offerta e premiata da consensi, la Pennacchio si riconferma una rivelazione da riscoprire per lettori veri.

 

CENNI BIOGRAFICI   L’autrice napoletana Sabrina Pennacchio (10 febbraio 1991) ha esordito nel 2018 con il dramma a sfondo piratesco  At World’s End: Wanted Pirates, edito dalla  Writers Editor (recensione qui): un successo riconosciuto con il Premio della Critica Emozioni 2018 al Concorso Letterario Premio Eterna. Del 2019 è il romanzo Dark and Light – Amore Impossibileprimo capitolo di una trilogia urban-fantasy pubblicato da Amazon  dopo il grande successo ottenuto sul web nel 2005: oltre 2000 copie vendute in soli sei mesi, primo nella classifica bestsellers Amazon per sedici mesi consecutivi (recensione qui). Nel 2020 il racconto inedito Blue Sea arriva in anteprima in un’antologia AA. VV. Rebirth. e nell’agosto dello stesso anno escono The Devil and The Lady, considerato il libro più bello dell’anno (recensione qui),  e Una storia d’inverno, favola orientale che raggiunge più di 500 lettori in poche settimane. Il 2021 è l’anno di  Dark and Light – Legami di sangue, secondo capitolo della trilogia urban-fantasy edita da Amazon, cui segue il romanzo  Deep Blue  per la casa editrice  Officina Milena (recensione qui). Nel 2022 con Dark and Light – La via del crepuscolo la trilogia urban-fantasy di Amazon giunge al gran finale e consacra l’autrice a rivelazione contemporanea da riscoprire (recensione qui). Dello stesso anno, sempre edito da Amazon, è il romanzo rosa Due Cuori in Tribunale (recensione ) un’opera che – parole testuali dell’autrice – costituisce un modo per mettersi alla prova con sé stessa buttandosi in una storia del tutto comune e senza alcun margine concesso al fantasy. L’opera che oggi presentiamo è un reboot del romanzo Una storia d’inverno: scritto a quattro mani assieme a Giulia Stefanini e uscito in due volumi nel 2020, nella sua nuova versione del 2023 è opera della sola Pennacchio.

 

TRAMA   La principessa troll Fēng Sì Ma, padrona della Valle dei Fiori di Loto del Mondo Immortale, ama molto visitare il mondo degli umani: come Spirito dell’Acqua, non è difficile per lei nascondersi in un qualsiasi lago per osservare coppie di innamorati scambiarsi dolci della luna chiamati Bacio d’Inverno di cui lei stessa è ghiotta. Ma è proprio la curiosità verso gli umani che metterà nei guai la giovane principessa: durante una delle sue solite incursioni viene salvata da un misterioso pescatore di nome Guò Duàn Mù. Questo inaspettato incontro crea inevitabilmente una connessione pericolosa tra i due. Il pescatore Guò è un tipo solitario che ha dedicato la sua esistenza al duro lavoro senza mai cedere all’amore se non in forma di puro piacere carnale. Per la giovane immortale Fēng, che ha vissuto trentamila anni senza mai provare sentimenti verso qualcuno se non per i propri familiari, è tutto nuovo ed eccitante. Ma il Mondo Mortale è per la principessa molto più pericoloso di quanto si possa pensare: quello che è successo secoli addietro allo Spirito con la Coda di Mucca, antenata della giovane principessa, ne è una dimostrazione. Fin dove può spingere il sentimento che chiamano amore?

“E la vita si sa è imprevedibile.

Ti porta a cadere e rialzarti, soffrire e sorridere.

Ma l’Amore, quello Vero, affronta ogni difficoltà e supera ogni cosa,

finendo sempre per ritrovarsi anche dopo la morte”.

 

ANALISI   Fra le nevi e il ghiaccio ai piedi della Grande Muraglia fioriscono leggende che l’autrice presenta al lettore in una scrittura scorrevole che fonde stile descrittivo e introspettivo: la narrazione in terza persona con pochi dialoghi punta a delineare i caratteri e si focalizza sui dubbi e i tormenti interiori provocati dall’incontro/confronto fra due contesti diversi solo in parte. La curiosità che spinge a superare barriere di paure segnate da traumi o dall’ignoranza si rivela lo strumento che conduce verso una consapevolezza e una maturità che inevitabilmente passa solo attraverso grandi sacrifici. L’intrigante ed emozionante scoperta del vero amore non può non emozionare cuori ancora aperti nello struggente e commovente finale che ridà speranza a chi si illude di poter fare a meno dei sentimenti in una sicurezza che dissimula paura.

LEGGENDA E CUORE   L’idea di una storia di ambientazione invernale non molto impegnativa viene all’autrice e ad una sua amica in occasione delle feste natalizie del 2020. La fonte di ispirazione è una leggenda del folklore cinese: un Troll con la coda di mucca, ogni Natale, riceveva in dono un dolcetto, questo veniva lasciato in un lago ghiacciato, dove rimaneva intrappolato a causa del gelo. Partendo da questo presupposto, le due autrici decisero di costruire qualcosa di più complesso, ovvero una storia romantica che ha come tema il tipico amore impossibile che lega due mondi in apparenza inconciliabili con conseguenze potenzialmente tragiche per i due protagonisti innamorati.

Nella sua versione personale e singola del 2023 la napoletana Sabrina Pennacchio offre una rielaborazione che se taglia a livello quantitativo certamente non altera la sostanza e dimostra ancora una volta la sua comprovata abilità di offrire emozioni uniche per ravvivare la desolata realtà in cui vivono lettori che ancora hanno un cuore, non si fermano alle apparenze e credono in sentimenti estinti solo per gli invidiosi, repressi e ignoranti, che non hanno mai voluto vivere davvero.

Appassionati e studiosi della mitologia, cinese in questo caso, possono evitare di storcere il naso ricordando – se davvero hanno studiato e non hanno perso il senso critico – che per loro stessa natura le leggende possono avere innumerevoli versioni e interpretazioni. E a chi ancora condanna il genere fantasy come inutile per gli adulti è un dovere dei veri lettori, quelli che mai smettono di crescere sfogliando pagine dove scorre ancora l’inchiostro – CARTACEO NON SI BATTE! –, ricordare la lezione di un piccolo immenso Classico che mai dovrebbe essere bandito dalle scuole:

“Non si vede bene che con il cuore, l’essenziale è invisibile agli occhi”.

 

Il testo è reperibile sul web.

CAMPANIA DA SCOPRIRE.

Vittorio Paolino Pasciari

Vittorio Paolino Pasciari

Classe '86, nolano DOC. Laureato in Lettere Classiche, appassionato di cinema, letteratura e teatro.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Related Posts

a2it.it

081News.it è una testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Nola al n.2/14.
Eventuali segnalazioni possono essere inviate a redazione@081news.it o sui social ai contatti con nome Zerottouno News.
La testata è edita e diretta da Aniello “Nello” Cassese, sede legale in Liveri (NA) – via Nazionale n.71, sede operativa in Nola (NA) – via Giordano Bruno n.40.