Nola: la Commissione d’inchiesta cade in Consiglio ancor prima di nascere

Nello Cassese Nello Cassese4 Aprile 20184 min

Consiglio rovente con assente eccellente oggi nell’aula consiliare del Comune di Nola. Tra gli ordini del giorno spiccava, tra i tanti, la discussione riguardo una richiesta a firma dei consiglieri di minoranza Pizzella, Vitale, Cutolo, Iovino e Tripaldi per l’istituzione di una Commissione speciale d’indagine. Quest’ultima richiedeva la firma di 8 consiglieri almeno per arrivare ai voti. All’inizio del Consiglio di firme ce n’erano 5, i consiglieri di minoranza hanno quindi fatto intendere di aver voluto fare un appello pubblico ai consiglieri di opposizione dinanzi alla cittadinanza affinché portassero con tre firme la richiesta ai voti. Il Consiglio si è aperto con un minuto di raccoglimento per la scomparsa del padre del sindaco Manzi di Casamarciano, richiesto dal consigliere Franco Nappi. Dopo alcune decine di minuti e dopo un via vai inusuale, si è ritenuto necessario rifare l’appello: alcuni consiglieri prima presenti hanno marcato assenza dopo il primo appello. Per circa due ore il dibattito si è protratto in maniera feroce ma alla fine le tre agognate firme non sono arrivate e la richiesta è stata rigettata.

“Se le regole valgono per noi allora devono valere per tutti – ha dichiarato il consigliere Maria Franca Tripaldi – Non si può troncare un discorso democratico perché non c’è il responsabile che deve rispondere. Se il sindaco si assume tutte le deleghe allora lo fa per bloccare proprio questo discorso. (il sindaco detiene la delega all’edilizia scolastica, i consiglieri di minoranza chiedevano chiarimenti sulla situazione del Ciccone, non hanno ricevuto in sede di Consiglio la risposta per via dell’assenza del sindaco, ndrSe è tutto accentrato in una sola persona allora si sovverte la democrazia. Se non c’è confronto allora viviamo di spot pubblicitari. Io credo che ad oggi in questo Cosiglio abbiamo le qualità per riportare la politica ad un certo livello. Siamo dialetticamente opposti, come è giusto che sia, ma nella dialettica c’è confronto.”

La legge ci dà la possibilità di sapere le cose già chiedendo gli atti pubblici, se però chiediamo anche l’istituzione di una Commissione speciale d’indagine è perché per avere risposte dobbiamo aspettare mesi” : ha affermato il consigliere Francesco Pizzella.

Abbiamo rilevato molti errori – ha esordito il consigliere Vincenzo Iovino, che ha poi continuato – Ne cito uno: il segretario generale Dovetto nel curriculum dichiara di aver lavorato al Comune di Cercola dal 2011 ma io ho una delibera che conferma che era lì già dal 2010 (“erano delle sostituzioni”: la risposta della Dovetto). Ma abbiamo comunque tantissime altre delibere e incarichi anomali sotto osservazione, ecco perchè chiediamo che venga istituita questa Commissione speciale d’indagine.”

Premettendo che non ci sono comunicazioni ufficiali e che poi il sindaco stesso provvederà a giustificarsi, io vorrei capire perché i colleghi sentono l’esigenza di costituire questa commissione – ha dichiarato il capogruppo di Forza Italia, Franco Nappi – Anche noi abbiamo un forte senso di responsabilità, siamo qui a discutere oggi anche un punto proposto da voi. Vorrei tuttavia seriamente capire i vostri motivi, esistono ben 7 commissioni che vigilano e discutono riguardo tutti i punti salienti che esposti in Consiglio. Inoltre potremmo anche abolire la già esistente Commissione Controllo, quali sono i suoi compiti? Questo ordine del giorno mi sembra l’ultima spiaggia per qualcuno, una via di fuga. Avete prove di condotte illegali così gravi ed urgenti? Bene, denunciate tutto alle autorità, avrete la nostra collaborazione, noi non abbiamo scheletri nell’armadio.”

Noi non abbiamo i numeri legali per chiedere l’istituzione di questa Commissione. Ma siamo comunque noi a tenere in vita questo Consiglio, il sindaco è assente ed il vicesindaco ha fatto solo una comparsa. Se giudicassimo la situazione di oggi mi verrebbe da dire che la città è politicamente abbandonata – ha detto il consigliere Arturo CutoloVorrei ricordare che la Commissione Controllo e Sicurezza non funziona proprio perchè c’è l’assenteismo della maggioranza, ecco perché vogliamo istituire la Commissione d’indagine che, tra l’altro, sarà gratuita. Oggi siamo quindi qui per fare un appello ai consiglieri di opposizione, a meno che non abbiano scheletri nell’armadio. Oggi hanno una grande occasione per collaborare per il bene della città. 

Dopo il rigetto della proposta il Consiglio non ha più avuto il numero legale per continuare e gli altri capi non sono stati discussi. I capi all’ordine del giorno erano: predisposizione, applicazione e diffusione dei piani di emergenza di protezione civile comunale, adozione stralcio Vesuvio nell’ambito del Piano di emergenza comunale in fase di definizione, riconoscimento legittimità dei debiti fuori bilancio, nomina presidente commissione bilancio e sostituzione dimissionario, approvazione atti finalizzati alla concessione a terzi della gestione dell’immobile di proprietà del Comune sito in rione Gescal – Via Crocifisso e denominato “Auditorium sala conferenze” nell’ambito dei contratti di quartiere.

Nello Cassese

Nello Cassese

Classe 1994, laureato in Scienze della Comunicazione con in Laurea Magistrale "Corporate Communication and Media" all’Università degli Studi di Salerno. Appassionato di calcio e sport in generale, segue con interesse e impegno temi di attualità vari, in particolar modo quelli inerenti il sociale e il terzo settore. Giornalista pubblicista iscritto all’Ordine dei Giornalisti della Campania dal novembre 2016. Dal gennaio 2018 è direttore di Zerottouno News e dal novembre 2022 è anche Editore della stessa testata. Ha collaborato con il quotidiano online IlPopolareNews, con l'emittente televisiva nolana Videonola, come inviato sportivo per Il Giornale di Sicilia e come speaker radiofonico per Radio Antenna Campania. Attualmente è anche Addetto stampa del Nola 1925 e opinionista nella trasmissione "Tifo Azzurro" su Tele A.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

a2it.it

081News.it è una testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Nola al n.2/14.
Eventuali segnalazioni possono essere inviate a redazione@081news.it o sui social ai contatti con nome Zerottouno News.
La testata è edita e diretta da Aniello “Nello” Cassese, sede legale in Liveri (NA) – via Nazionale n.71, sede operativa in Nola (NA) – via Giordano Bruno n.40.