Nello Cassese

HomeAuthorNello Cassese, Autore presso Zerottounonews.it

Classe 1994, laureato in Scienze della Comunicazione e in Laurea Magistrale "Corporate Communication and Media" all’Università degli Studi di Salerno. Appassionato di calcio e sport in generale, segue con interesse e impegno temi di attualità vari, in particolar modo quelli inerenti il sociale e il terzo settore. Giornalista pubblicista iscritto all’Ordine dei Giornalisti della Campania dal novembre 2016. Dal gennaio 2018 è direttore di Zerottouno News. Ha collaborato con il quotidiano online IlPopolareNews e con l'emittente televisiva nolana Videonola. Ha collaborato come inviato sportivo per Il Giornale di Sicilia. Addetto stampa del Nola 1925, speaker radiofonico per Radio Antenna Campania.
https://www.zerottounonews.it/wp-content/uploads/2021/06/autism-2457327_960_720.jpg

Autismo in Italia, un argomento spesso sottodimensionato e a volte “oscurato” dall’agenda dell’opinione pubblica. Ma cosa si intende per autismo? I disturbi dello spettro autistico (dall’inglese Autism Spectrum Disorders, ASD) sono un insieme eterogeneo di disturbi del neurosviluppo caratterizzati da deficit persistente nella comunicazione sociale e nell’interazione sociale in molteplici. Le caratteristiche della sintomatologia clinica possono essere estremamente eterogenee. Gli studi epidemiologici internazionali hanno riportato un incremento generalizzato della prevalenza di ASD. Attualmente, la prevalenza...

https://www.zerottounonews.it/wp-content/uploads/2020/07/vaccino.jpg

In Campania è aperta la piattaforma di adesione alla campagna di vaccinazione per la Categoria 4 ma, in sostanza, quasi nessuno lo sa. La notizia è arrivata in nostro possesso dopo aver letto un documento dell’ASL NA 3 Sud che sollecitava diverse categorie mediche ed amministrative ad accelerare con la divulgazione ai pazienti di Categoria 4 della notizia che ci fosse possibilità di vaccinarsi. Il documento, rivolto anche ai Medici di Medicina Generale (medici di...

https://www.zerottounonews.it/wp-content/uploads/2021/05/Immagine-2021-05-24-192901-1280x636.jpg

A San Giuseppe Vesuviano, in provincia di Napoli, la caritas diocesana di Nola ha creato un progetto avvincente: trasformare un dormitorio in una housing sociale per accogliere e recuperare le persone. E il Covid non li ha fermati, anzi li ha spinti a fare meglio. Ecco la loro storia: Mondominio: il dormitorio della Caritas che recupera le vite – YouTube (CLICCA SUL LINK PER IL VIDEO)

https://www.zerottounonews.it/wp-content/uploads/2021/05/portici-spettinati-1280x720.jpg

“So fare una sola cosa, ovvero tagliare i capelli, e allora ho pensato che era giusto questa volta farlo per una buona causa“. Emozionato, fiero, soddisfatto: Luigi Cordato si apre e racconta quello che ha pensato appena ha scoperto, assieme alla moglie Raffaella, la grave situazione sanitaria in cui versava una donna della loro città, Portici. Nunzia, una mamma di 4 figli che, malata di tumore, deve sottoporsi ad una delicatissima operazione da migliaia di...

https://www.zerottounonews.it/wp-content/uploads/2021/04/fila-mensa-poveri-milano-corriere-della-sera.jpg

La crisi sanitaria provocata dal diffondersi del nuovo coronavirus ha avuto strascichi ancor più ad ampio raggio. Le chiusure hanno provocato un vero e proprio terremoto nel sistemo economico italiano retto in gran parte dalla piccola-medio impresa. Le famiglie italiane, per la maggior parte rappresentate dalla fascia media, si sono ritrovate perlopiù nelle stesse condizioni di disagio. Le paure e le ansie hanno portato negli animi dei cittadini di ogni età vuoti e confusioni mai...

https://www.zerottounonews.it/wp-content/uploads/2021/03/WhatsApp-Image-2021-03-16-at-13.33.28.jpeg

“Fate presto!“. All’indomani del terribile terremoto dell’Irpinia dell’80, il Mattino uscì in prima pagina con un iconico titolo che sottolineava come, dopo a giorni dalla tragedia, i soccorsi tardassero ad arrivare. Oggi, a distanza di oltre un anno dall’inizio dell’emergenza mondiale per coronavirus, ci troviamo a vivere ancora una situazione analoga, se non più grave. Oggi come 40 anni fa: fate presto! Fate presto perchè la gente continua a morire, fate presto perchè le attività...

https://www.zerottounonews.it/wp-content/uploads/2020/12/IMG_20201215_103317-scaled.jpg

Si scherzava tempo fa quando, passeggiando in piazza Duomo, si osservava l’orologio del Comune che era fermo sempre allo stesso orario. Scappava una risata e via, tutto come prima. Come un buon aruspice romano, tuttavia, quell’orologio stava anticipando l’involuzione della vita sociale, culturale ed economica della città di Nola. Da anni la patria di Giordano Bruno versa in uno stato di arretratezza che non è certo un favola raccontata da qualche giornale pignolo e pretestuoso,...