Il nuovo libro di Felice Peluso sulla donazione degli organi: “Vale sempre la pena vivere questo mondo”

Redazione Zerottouno News Redazione Zerottouno News30 Marzo 20235 min

L’importanza della donazione degli organi, la vita che scorre nelle camere d’ospedale, la morte che purtroppo sconfigge le malattie. Tutto questo e molto altro è nel libro “Se io sono qui è perché qualcuno ha detto SÌ” di Felice Peluso, presidente del Gruppo Aido (Associazione Italiana per la Donazione degli Organi) Nola-Cimitile. Un lavoro di passione e di impegno che lo stesso autore ci ha raccontato in una dettagliata intervista.

Da dove nasce l’esigenza di raccontare storie di corsie d’ospedale?

Il tutto è finalizzato sempre per portare conoscenza e consapevolezza del fatto che spesso molti di noi ci lamentiamo per il tipo di vita che conduciamo, oppure semplicemente perché qualcosa non va come vorremmo, e non immaginiamo minimamente la sofferenza che possa esserci in una corsia d’ospedale.

Cosa significa davvero donare?

Secondo me donare è il più bel gesto che una persona possa fare sia nei confronti di un altro sia nei riguardi di un’intera comunità. Donare è regalare senza aspettarsi nulla in cambio. Nel nostro caso specifico di Donazione degli organi donare significa far trapiantare un proprio organo a una persona bisognosa che è in attesa di un trapianto nella speranza di poter avere una seconda opportunità. Secondo il nostro Santo Padre Papa Francesco la donazione degli organi è un atto nobile e meritorio.

A che punto è il sistema della donazione in Campania e in Italia?

In Italia rispetto ai paesi della Comunità Europea possiamo dire che siamo in una buona posizione, praticamente siamo solo dietro alla Spagna e alla Francia. Dobbiamo però far presente che in questi Paesi è in atto la legge del silenzio assenso, cioè se il cittadino non si dichiara contrario alla donazione degli organi è considerato un donatore, mentre in Italia devi invece dichiarare che vuoi essere donatore. Dobbiamo però dire che anche in Italia esiste una legge del genere, precisamente la legge 91 del 1999 che purtroppo per qualche cavillo diciamo burocratico tra qualche anno festeggia le nozze d’argento e non è stata ancora deliberata. La Campania è una delle prime regioni del sud in percentuale di consenso ma ancora troppo, purtroppo, distante da quelle del centro nord.

Come si può migliorare la cultura della donazione degli organi?

Parlando, informando, la tematica della donazione degli organi è ancora poco conosciuta e per molti ancora un tabù, per non parlare poi delle tante false informazioni che oggi vengono definite fake news che circolano sia in rete che nella realtà. Per questo noi ne parliamo quanto più possibile, per dare le giuste informazioni affinché ognuno possa decidere in piena libertà e secondo la propria coscienza.

In conclusione, qual è la storia raccontata nella raccolta che è più ricca di significato e di emozioni?

Le storie di questo libro, posso dire, sono come i figli e sono tutti belle, gli vuoi bene allo stesso modo. Ho voluto unire insieme tutte queste storie per mettere su carta tutti i sentimenti e le emozioni di chi si è trovato a dover combattere con tenacia per sopravvivere e da chi ha dovuto compiere o condividere la scelta della donazione. Il tutto per far capire che, nonostante tutte le difficoltà che possiamo incontrare lungo il nostro cammino, vale sempre la pena di vivere appieno questo meraviglioso regalo che abbiamo avuto.

L’acquisto è possibile direttamente su Amazon al seguente link oppure tramite WhatsApp al 3473308599. Tutti i proventi saranno donati in beneficenza al Gruppo Aido Nola-Cimitile per finanziare e promuovere nuovi progetti al fine di sensibilizzare l’opinione pubblica alla cultura della donazione degli organi.
Redazione Zerottouno News

Redazione Zerottouno News

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

a2it.it

081News.it è una testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Nola al n.2/14.
Eventuali segnalazioni possono essere inviate a redazione@081news.it o sui social ai contatti con nome Zerottouno News.
La testata è edita e diretta da Aniello “Nello” Cassese, sede legale in Liveri (NA) – via Nazionale n.71, sede operativa in Nola (NA) – via Giordano Bruno n.40.