Dramma povertà in Afghanistan: figli venduti per pagare i debiti

di Redazione Zerottouno News

Figli venduti per pagare i propri debiti. E’ quello che sta succedendo, secondo molti media e associazioni internazionali, in Afghanistan con la salita al potere dei Talebani. In un Paese con quasi la metà del PIL sorretto dagli aiuti internazionali e una forte corruzione, la stragrande maggioranza della popolazione è ormai in ginocchio. Secondo quanto riferito da Yogita Limaye, giornalista della BBC, almeno in un villaggio fuori Herat, a ovest del paese, una coppa ha venduto la figlia neonata per 500 dollari. L’acquirente aveva promesso di pagare subito la metà e poi di dare l’altra frazione quando la piccola sarebbe stata presa. La bambina avrebbe lavorato per la famiglia e poi sarebbe andata in sposa ad uno dei figli dell’acquirente, mentre i soldi sarebbero serviti a sfamare gli altri figli della coppia. Si tratta di una situazione drammatica, acuita dalla guerra degli ultimi anni e dalle decisioni di chiusura dei Talebani che hanno provocato il blocco di parte del sostegno internazionale. Secondo il World Food Programme, in Afghanistan 14 milioni di cittadini stanno affrontando l’insicurezza alimentare e oltre 3 milioni di bambini sotto i 5 anni rischiano di soffrire di malnutrizione acuta entro la fine dell’anno, con il forte rischio che almeno 1 milione di bambini muoia di fame. Una situazione drammatica da non sottovalutare.

Altri articoli

Lascia commento

081News.it è una testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Nola al n.2/14.

Eventuali segnalazioni possono essere inviate a redazione@081news.it o sui social ai contatti con nome Zerottouno News.
La testata è edita e diretta da Aniello “Nello” Cassese, sede legale in Liveri (NA) – via Nazionale n.71, sede operativa in Nola (NA) – via Giordano Bruno n.40.

-
00:00
00:00
Update Required Flash plugin
-
00:00
00:00